Massimo Di Cave

Massimo Di Cave, di origini ebraiche e friulane, architetto, pittore, scultore, scrittore nasce a Roma nel 1955.
Negli anni ottanta vive a Milano nel periodo del raffinato design ed intraprende successivamente viaggi a Parigi, Londra, Barcellona e New York dove acquisisce esperienze importanti per la sua formazione culturale.

Apre lo studio professionale a Roma nel 1983, svolgendo numerose attività in diversi ambiti ed in particolare nell’architettura d’interni e restauro. I criteri adottati nel suo lavoro, attraversano i concetti della bioarchitettura che utilizza materiali naturali ed ecosostenibili ma allo stesso tempo, le volumetrie tondeggianti, le vele, i colori, rispecchiano una padronanza della geometria euclidea con una concretezza di mestiere legata allo spazio, all’armonia, alla bellezza, che ritiene siano i veri indici di riferimento della ricchezza contemporanea.

Parallelamente alla sua professione, intraprende un percorso artistico con una serie di mostre di architettura, scultura e pittura in gallerie, locali storici, atelier di alta moda e prestigiosi spazi museali, alternando interviste a programmi televisivi.

Ha tenuto delle conferenze agli studenti della Loyola University of Chicago in Rome, raccontando le sue esperienze artistiche ed imprenditoriali in un percorso variegato e complesso soffermandosi in particolare sul tema della creatività. Ha realizzato inoltre un importante gruppo scultoreo nella Chiesa di San Pio X a Roma e numerosi sono i progetti di architettura di interni realizzati negli anni con opere di scultura e pittura esposte in collezioni private e luoghi pubblici da Roma a Milano, da Parigi a New York, da Montecarlo a Shanghai.