• MA-EC

La levità: tratto d'unione tra Oriente e Occidente

La levità: tratto d'unione tra Oriente e Occidente

Mostra personale di Mengjie Huang

a cura di Paolo Sabbatini e Li Yuan

in collaborazione con MA-EC Gallery


L’Istituto Italiano di Cultura di Bruxelles ospita fino al 31 marzo la mostra La levità: tratto d'unione tra Oriente e Occidente, a cura di Li Yuan e Paolo Sabbatini, direttore dell’Istituto Italiano di Cultura.


In esposizione 24 opere ad inchiostro su carta Xuan dell’artista cinese Mengjie Huang.


Scrive Paolo Sabbatini “La forza del tratto di Mengjie Huang mette in risalto il rapporto che c’è tra apparenza e verità, ciò che può sembrare un elemento che stride con la realtà circostante è in realtà foriero di vita e di nuovi significati. “C'è una crepa in ogni cosa, e da lì entra la luce”. Così cantava l'indimenticabile poeta e folksinger Leonard Cohen. Le opere di Mengjie Huang fanno riecheggiare in me questi versi. Lo spettatore delle sue opere è posto di fronte a questo dilemma esistenziale, fermarsi alla forma o inoltrarsi nella sostanza. Osservando a lungo i quadri di Huang non si può che addentrarsi nel suo mondo fatto di segni gentili, ondulati e armonici che fanno perdere lo sguardo e hanno un effetto calmante e riflessivo.


Come dice l’artista stesso, la pittura è atto casuale. Come nei momenti topici delle nostre esistenze, non siamo noi a decidere del nostro destino: nascita, amore, morte, tutto è demandato all’arbitrio di forze superiori alle quali bisogna abbandonarsi o, forse, dalle quali bisogna lasciarsi cullare. Le forme di Huang riportano proprio a questa dimensione, il caso come portatore di ordine, il caos come riorganizzazione del tempo. I mali del nostro tempo assumono una spiegazione logica e lasciano intravedere futuri scenari di armonia tra uomo e natura.


Il tratto di Huang è una danza di estasi, l'estasi della natura, della buona salute, del buon umore, della purezza, il tutto mescolato con giocosità, innocenza, connessione divina con il tutto, gentilezza, audacia armonica di energia positiva.”

Mengjie Huang

Nato a Zhao'an, Fujian, Cina nel 1975, si è laureato nel 1999 alla China Academy of Art. Direttore della Fujian Flower and Bird Painting Society, è membro di Fujian Artists Association, China Federation of Literary and Art Circles, Chinese Meticulous Painting Association, Chinese Poetry Society, Sanyuesan Book Club e della Chinese Artists Association. Ha al suo attivo numerose esposizioni in Cina e in diversi Paesi, tra le più recenti Wopart Fair, Lugano, Switzerland, Contemporary Ink Painting Exhibition, Xiamen, Post Road and Canal love, The 3rd National Art Exhibition, Frozen Time, MA-EC Gallery, Milano. Principali riconoscimenti: 2012 The Second Prize of the First Freehand Painting Exhibition of Fujian Province, 2012 Excellent Award of the Joint Exhibition of Works by the Professional Painting Academy, Shijiazhuang, China, 2011 Third Prize of the Sixth Fujian Youth Art Exhibition, 2010 National Chinese Painting Exhibition Excellence Award, 2009 The Excellence Award of the 2nd National Meticulous Landscape Painting Exhibition, 2007 Love on the West, Fujian Contemporary Art Exhibition Excellence Award (the highest award), 2006 Gold Medal of the First Zhangzhou Art Calligraphy Competition, 1998 Gold Award of Zhejiang Chinese Painting Essay Exhibition.

Coordinate mostra:


Titolo: La levità: tratto d'unione tra Oriente e Occidente

A cura di: Paolo Sabbatini e Li Yuan

Patrocinio: Embassy of Italy in Belgium Italian Cultural Institute Brussels

EU National Institutes for Culture

Sede: Istituto Italiano di Cultura di Bruxelles


Fino al 31 marzo 2022


Prenotazione visita: info.milanart@gmail.com


38 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti