Tannaz Lahiji nasce a Tehran, Iran da una famiglia di artisti, madre pittrice, padre pittore e docente alla Scuola di Arti visive di Tehran dove la giovane Tannaz tra il 1992 e il 1997 studia e si diploma in pittura.

Dal 1997 al 2002 frequenta e consegue la Laurea di Pittura presso la Libera Università d’Arte e Architettura di Teheran.

Contemporaneamente agli studi negli anni tra il 1999 e il 2003 inizia subito una promettente carriera artistica e la prima esperienza di insegnamento di Disegno Artistico per bambini di età tra i 6 e12 anni. Negli stessi anni tra il 2000-2001 diventa insegnante di Anatomia all’Università d’Arte

di Teheran. Dal 2002 al 2003 è dirigente alla Jahan Nama Gallery & Niavaran Palace Museum di Teheran.

Si trasferisce a Firenze nel 2004 e nel 2005 consegue il Master in Arti Visive alla Libera Accademia di Belle Arti a Firenze (LABA). Nel 2006 è curatrice presso la Galleria Homa di Teheran. Nello stesso anno collabora per un workshop al Museo di Arte Contemporanea di Teheran insieme al rispettivo direttore artistico. Nel 2008 diventa docente di Disegno presso la Libera Accademia di Belle Arti di Firenze (LABA) e nel 2008 si iscrive al corso di Specialistica in Linguaggio Multimediale, presso l’Accademia di Belle arti di Firenze.

Attualmente è docente della cattedra di Disegno, Pittura e Anatomia alla Libera Accademia di Belle Arti di Firenze e docente di Anatomia alla Russian Academy of Fine Arts (RAA) di Firenze. Collabora con il Consiglio Regionale della Toscana, la Galleria Farsetti di Firenze, la scuola di Danza Kaos Balletto di Firenze e Giunti Editore. Collabora con l’Istituto degli Innocenti di Firenze, che opera a tutela dell’infanzia, per un progetto di insegnamento dell’arte per bambini in difficoltà. 

Collabora come ricercatrice e professoressa di Arteterapia a un progetto internazionale con la New York University, la Columbia University of New York e ilMarkMorris Dance Center di New York sulla ricerca per la cura di malattie degenerative come il Parkinson e l’istituzione di un Master universitario sull’Arte al servizio delle Scienze Neurologiche.